Seleziona una pagina

Dopo il Natale, anche questa a Pasqua il Paese sarà in lockdown.

Ci si chiede allora quali sono le regole per i genitori separati o divorziati per incontrare i figli minorenni con cui non convivono.

Il Governo ha chiarito quali spostamenti sono consentiti.

Un genitore separato e/o divorziato, potrà andare a trovare i propri figli minori anche in un’altra Regione o Provincia.

Inoltre, sono consentiti gli spostamenti anche tra Regioni differenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé.

Tali spostamenti dovranno in ogni caso avvenire scegliendo il tragitto più breve e nel rispetto di tutte le prescrizioni di tipo sanitario, nonché secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio o, in assenza di tali provvedimenti, secondo quanto concordato tra i genitori.

Per quanto riguarda invece il problema degli spostamenti per portare i figli dai nonni durante l’orario di lavoro dei genitori, oppure per andare a riprenderli all’inizio o al termine della giornata di lavoro, il Governo è chiaro; questo è possibile ma allo stesso tempo rimane fortemente sconsigliato, poichè gli anziani sono tra le categorie più esposte al contagio e devono quindi evitare il più possibile i contatti con altre persone.

Pertanto, questo spostamento è ammesso solo in caso di estrema necessità, se entrambi i genitori sono impossibilitati a tenere i figli con sé per ragioni di forza maggiore.

In tale caso i genitori possono accompagnare i bambini dai nonni, percorrendo il tragitto strettamente necessario per raggiungerli e recarsi sul luogo di lavoro, oppure per andare a riprendere i bambini al ritorno.

Ove possibile, è assolutamente da preferire che i figli rimangano a casa con uno dei genitori che usufruiscono della modalità di lavoro agile oppure di congedi.

In tutti questi casi sarà comunque necessaria l’autocertificazione per giustificare gli spostamenti.

Condividi su: